News dallo Spif Ar - Spif Ar

Vai ai contenuti

Menu principale:

IL CANNIZZARO DI CATANIA OTTEMPERA SECONDO LE NORME VIGENTI

Spif Ar
Pubblicato da in Attività Sindacale ·
A seguito della nota inoltrata all'A.O Cannizzaro di Catania ( leggi) , la stessa ha dovuto ottemperare secondo le norme vigenti.

Infatti , per il Concorso Interno del passaggio dalla Ctg D al profilo economico Ds, Profilo fisipoterapista,  è stata costituita apposita Commissione ,  prevista, invece ,  da altri soggetti non rientranti nel medesimo profilo,  individuando  i due componenti,  quali Esperti dello stesso Profilo Profilo Professionale appartenenti alla Ctg. DS  di altre Aziende, perchè non presenti in Azienda. Un piccolo risultato del Sindacato per il  rispetto delle Regole e delle norme vigenti.

La Redazione.



Oggi si è spento Antonio Saldarini

Spif Ar
Pubblicato da in Sindacato Spif Ar ·

Oggi, si è spento, il grande Amico, Presidente dei Probiviri, Antonio Saldarini.
Tutti i dirigenti Spif Ar si stringono al dolore della famiglia per la perdità del collega Antonio.



ECM: Informazioni sul recupero dei crediti relativi all’obbligo formativo del triennio 2014-2016

Spif Ar
Pubblicato da in FORMAZIONE ·
Si comunica che la Commissione nazionale per la formazione continua, nel corso della riunione del 25 gennaio 2018, ha confermato la possibilità per tutti i professionisti sanitari di effettuare le operazioni di spostamento dei crediti acquisiti nel 2017 a recupero del debito formativo del triennio 2014-2016, entro e non oltre il 31 dicembre 2018, purché i crediti siano stati conseguiti entro il 31 dicembre 2017. È possibile effettuare l’operazione autonomamente all’interno dell’area riservata ai singoli professionisti nel portale del Co.Ge.A.P.S.

A tal proposito si ricorda che, come riportato nel comunicato del "22/12/2016 - Completamento dell’obbligo formativo del triennio 2014-2016", i professionisti sanitari possono completare il conseguimento dei crediti formativi relativi al triennio 2014–2016, nella misura massima del cinquanta per cento del proprio obbligo formativo, al netto di esoneri, esenzioni ed eventuali altre riduzioni.

I crediti acquisiti nel 2017, quale recupero del debito formativo del triennio 2014-2016, non saranno computati ai fini del soddisfacimento dell' obbligo formativo relativo al triennio 2017-2019.


Per informazioni e supporto potete contattarmi ai riferimenti di cui sotto.
Saluti

Dr.ssa Imma Mazzotta

GM Consulenza e Formazione
Gestione processi formativi & HR
Cell. 320/7172464
Mail imma.mazzotta@gmail.com





NUOVO CONTRATTO SANITÀ

Spif Ar
Pubblicato da in LAVORO ·
NUOVO CONTRATTO  SANITÀ

Con grande clamore mediatico è  stata annunciata la firma del nuovo Contratto della Sanità.
A pochi giorni dalle elezioni e con la colpevole complicità delle Organizzazioni Sindacali partitiche, dopo anni di immobilità si chiudono tutti i contratti.
Nel merito il Contratto della Sanità elargisce una mancia misera ai lavoratori del settore, ricordando che la retribuzione media dei lavoratori del comparto sanitario è la più bassa tra i paesi industrializzati, evitando accuratamente di entrare nel merito di una vera e seria riforma dell’agonizzante sistema sanitario nazionale.
Ancora una volta si continua a scegliere il sistema “medico-centrico”, rifiutandosi di riformare in funzione del riconoscimento delle professionalità, così come avviene nel resto d’Europa, con conseguente risparmio di risorse e miglioramento dei servizi.
Profondamente deluso e contrario a quanto sottoscritto ieri all’Aran, invito tutti i e colleghi e tutto il mondo della Sanità Privata a vigilare attentamente per evitare che i vari contratti  (sic!) della Sanità Privata siano ancora più deludenti e repressivi del Contratto Nazionale Pubblico…………..

                                                                                  Dott. Sebastiano Reale
                                                             Responsabile Nazionale Sanità Pubblica e Privata SPIF AR





INCONTRO PROVINCIALE SPIF AR - CATANIA

Spif Ar
Pubblicato da in Attività Sindacale ·

Su Convocazione del Segretario Provinciale Dott. Antonello Quattrocchi,  Mercoledì 14 Febbraio alle ore 20.30, si riunirà la Segreteria Provinciale di Catania  SPIF    AR,  presso lo studio fisioterapico del Dott. Sebastiano Reale (componente Direttivo Nazionale SPIF AR), Via Etnea 504, Gravina di Catania, che relazionerà sullo Stato attuale dello SPIF AR Nazionale.




Spif Ar condivide l'analisi fatta dall'ex collega sindacalista Dott.ssa Daniela Volpato

Spif Ar
Pubblicato da in DDL Lorenzin ·
Spif Ar condivide l'analisi fatta dall'ex collega sindacalista Dott.ssa Daniela Volpato. Sicuramente la nostra O.S. metterà in atto azioni concrete al fine di ridefinire l'attività Libero Professionale dei Professionisti Sanitari, come tra l'altro già fatto con proposizione di Emendamenti a svariati DDL, in ultimo quello emanato sulla Concorrenza,  permettendo in questo modo che, all'attuale "disparità di trattamento " tra personale di Comparto e Personale dell'Area Dirigenziale, si ponga fine.
L'Azione è supportata dalla riforma sugli Ordini Professionali.
Non insiste più alcuna scusa per il futuro Governo di negare tale diritto. O tutti in  LP o Nessuno. Le professioni Sanitarie, alla luce della B. Lorenzin , non possono  più essere annoverate  tra il Personale di Supporto all'Area Medica.
Il Segretario Nazionale
Roberto Ferrara




Spif Ar: Viva approvazione per il Ddl Lorenzin ma monitoreremmo i vari passaggi

Spif Ar
Pubblicato da in DDL Lorenzin ·
“La Direzione Nazionale dello Spif Ar, nel ribadire ancora una volta la piena soddisfazione per la definitiva approvazione del Disegno di Legge Lorenzin che ci consente il raggiungimento di un traguardo che attendevamo oramai da troppo tempo e che, dopo 25 anni, la fiducia ed il senso di responsabilità hanno prevalso, garantendo ai professionisti sanitari un loro diritto ed ai cittadini la tutela della salute”. Lo afferma in una nota la Direzione Nazionale Spif Ar, Sindacato Professionale Italiano Fisioterapisti e Area Riabilitativa.

Abbiamo raggiunto – prosegue la nota - una tappa ma la linea del traguardo non è stata ancora superata, il Governo dovrà ancora emanare i Decreti Attuativi, necessari per mettere in pratica quanto previsto dalla nuova Legge. Pertanto ribadiamo l’ invito forte a tutti i Colleghi  di non abbassare il livello di attenzione e tensione, ‘vogliamo’ subito quello che per troppo tempo ci è stato negato, e continueremo a monitorare tutti i vari passaggi”.



Una Ulteriore Beffa dei Nostri Governanti?

Spif Ar
Pubblicato da in DDL Lorenzin ·
Gentile Direttore,

Facendo seguito a tutti gli Appelli rivolti dalle Associazioni   Professionali Sanitarie e Ordini Professionali, sia   al Presidente del Senato, sia  alla Ministra Lorenzin, tra l’altro avanzate anche dalla scrivente O.S.   affinchè  sia approvato il  DDL Lorenzin in questa legislatura, non ripetendomi sulle motivazioni già ben  esplicitate da oltre 700.000 Professionisti che attendono , non da 10 anni, bensì da oltre  18 anni ( si ricordi lo stralcio degli Ordini, Governo D’Alema,   all’art. 1 della Legge 42/99)  e soprattutto  con un’esternazione rassicurante da parte dell’On. Gelli (PD): “Impegno per far approvare la riforma rapidamente” ( appresa dalla sua Rivista), sono a rivolgere un Ulteriore Appello , attraverso la sua Rivista,  pur  rappresentando un piccolo contenitore di Professionisti dell’Area Riabilitativa .
Infatti,  insiste  la possibilità prospettata ,non del tutto remota, di  inserire il provvedimento  in data 20 dicembre 2017 , ovvero  discussione  e la  possibile approvazione in Aula al Senato. Se ciò non sarà effettuato, sarebbe l’Ennesima Beffa perpetrata  dai nostri Governati.
Sicuramente ne risponderanno , sia nei confronti dei professionisti, sia nei confronti di tutti i cittadini, già pazienti e possibili futuri tali , nella prossima tornata elettorale.
Mi scuso per la crudezza dell’ultima frase, ma purtroppo è questa la realtà, senza fare tanti eufemismi e soprattutto non utilizzando alcun sofismo.

Il Segretario Nazionale Spif Ar
Roberto Ferrara  





ATS BRIANZA E FISIOTERAPISTI PER LA COLLABORAZIONE NELL’AREA CRONICI

Spif Ar
Pubblicato da in Attività Sindacale ·
Una mattinata intensa di formazione e confronto ha sancito di fatto la volontà reciproca di collaborare tra ATS BRIANZA e SPIF AR allo sviluppo del progetto che vorrà fornire nuove opportunità lavorative ai fisioterapisti del territorio. La sessione di confronto è stata aperta dal Dott. Mauro Piazza, consigliere regionale delegato al Welfare, che ha illustrato i principali aspetti della Riforma della Sanità Lombarda introdotta con la legge regionale 23/2015. Ha inoltre mostrato che la Sanità Lombarda, sulla base di alcuni indicatori di risultato, si è mostrata in questi anni tra le migliori d’Italia e d’Europa. Inoltre il consigliere si è mostrato disponibile alla comunicazione tra categorie professionali sanitarie e istituzioni regionali.
L’esemplificazione della riforma è poi entrata nel concreto con l’intervento del Dott.Turani, dirigente di ATS Brianza per il distretto di Lecco, che ha portato tutta la sua esperienza diretta e le innovazioni introdotte dalla riforma in ambito territoriale con particolare riferimento alla Brianza. A seguire non poteva mancare l’intervento di Virginio Colombo,  che, inquadrato il piano normativo in cui si introduce la Riforma Sanitaria sul paziente cronico, ha chiesto l’impegno formale a livello istituzionale per la presentazione del progetto.

Un progetto che può essere capito anche grazie alla fiscalità e ad alcuni parametri di sostenibilità economica della riforma, che parte da una corretta fiscalità sviluppata pure dai fisioterapisti privati, come ben illustrato dai dottori commercialisti Giovanni e Annalisa Cantisani .
Lo sviluppo di un Sistema Sanitario deve andare di pari passo nel Pubblico e Privato impiego. E’ questo il fulcro dell’intervento successivo tenuto dal dott. Antonio Cartisano, Presidente Nazionale SPIF AR, che ha analizzato la riforma in atto in Lombardia, rispetto alla Regione Liguria e al territorio nazionale.

La giornata si è poi conclusa grazie all’intervento del dott. Gilberto Colombo, segretario regionale SPIF AR Lombardia, che, dopo una breve introduzione sull’analisi comparata costo-efficacia di alcuni RCT su tematiche riabilitative e pubblicati nelle banche dati medico-scientifiche,  ha poi concluso i lavori.
In definitiva un corso di formazione che ha mostrato ai discenti la possibilità di aggiornarsi sul contesto in cui si opera, a partire dalla Riforma Sanitaria Lombarda sino al Paziente Cronico, oltre ad aver fornito un interessante tavolo di confronto tra SPIF AR e istituzioni regionali.





Dry Needling. Arriva il parere del CSS

Spif Ar
Pubblicato da in Attività Sindacale ·
Il Consiglio Superiore di Sanità, in data 21 novembre 2017 ha espresso il proprio parere sull'utilizzo del DRY NEEDLING da parte del Fisioterapista.



Sindacato Professionale Italiano Fisioterapisti e Area Riabilitativa
Corso Martinetti 36 1/A, 16149 Genova
P. IVA : 06225950960 Codice Fiscale : 95106390107
Torna ai contenuti | Torna al menu