Contrasto Abusivismo: Spif Ar chiede parere al Ministero della Salute - News dallo Spif Ar - Spif Ar

Vai ai contenuti

Contrasto Abusivismo: Spif Ar chiede parere al Ministero della Salute

Spif Ar
Pubblicato da in Attività Sindacale ·
[image:image-0]
A seguito di segnalazioni, pervenute all'ufficio contrasto Abusivismo Spif Ar, il Responsabile Nazionale, con nota del 19 luglio 2017, oltre ad informare la dott.ssa Rossana Ugenti della Direzione Generale delle Professioni Sanitarie e delle Risorse Umane del Servizio Sanitario Nazionale del Ministero della Salute e l'On. Beatrice Lorenzin (Ministra della Salute) chiede un chiarimento sul rilascio, da parte del Ministero, degli ATTESTATI, in riferimento all' Art.11 lettera B punto 10 della direttiva 2005/36/CE, ai MASSOFISIOTERAPISTI (Post 1999)  per lavorare in uno Stato della Comunità Europea e non in ITALIA.
Attestati che, utilizzati in Italia e negli studi, violano le norme.

Questo il testo della nota:

" Oggetto : Richiesta parere riguardo al rilascio, da parte del Ministero della Salute, di ATTESTATO MASSOFISIOTERAPISTA  secondo la Direttiva 2005/36/CE


Gent.ma  dott.ssa Rossana Ugenti,
perviene allo scrivente Sindacato Professionale Italiano Fisioterapisti, segnalazione che la Direzione Generale delle Professioni Sanitarie e delle Risorse Umane del Servizio Sanitario Nazionale del Ministero della Salute, rilasci all’interessato MASSOFISIOTERAPISTA (post ’99) che ne faccia richiesta, l’Attestato di cui allegato 1, per il riconoscimento del titolo in uno degli Stati della CE, esclusa l’Italia.

Ciò confermato anche dal modello d’istanza, da presentare a codesto Ministero, in cui è fatto obbligo, individuare uno degli Stati della Comunità Europea.

Orbene, vorremmo rappresentarLe che, a seguito di verifiche da parte delle Autorità competenti (N.A.S. – G.d.F.) suddetti attestati ed in riferimento alla professione del massofisioterapista, individuati dallo stesso Ministero della Salute, e come lo riporta nel proprio sito vengono definiti come “OPERATORI DI INTERESSE SANITARIO” quindi privi dell’autonomia professionale del Fisioterapista, vengono ritrovati negli studi professionali, eludendo i controlli.

Ciò premesso e con lo scopo precipuo di collaborare con questo Ministero e con le autorità giudiziarie preposte alla verifica dell’esercizio abusivo di professione sanitaria, desideriamo informarLa su quanto succede oggi su tutto il territorio Nazionale e, nel contempo, ricevere da parte dell’ufficio del Ministero della Salute che rappresenta egregiamente, chiarimenti in merito.

Sicuro di un sollecito riscontro si porgono cordiali saluti "


Chieti, 19/07/2017
Il Resp. Nazionale Ufficio Lotta e Contrasto all’Abusivismo SPIF & A.R.
Ricucci dott. Giampiero Lorenzo





Sindacato Professionale Italiano Fisioterapisti e Area Riabilitativa
C/da Serra Del Pantano snc, 93100 Caltanissetta
P. IVA : 06225950960 Codice Fiscale : 95106390107
Torna ai contenuti